ODG approvato all'assemblea dei delegati della Filcams del Trentino

Share

Riforma del mercato del lavoro e riforme del Governo Monti

La cacciata di Berlusconi e la nascita del governo Monti hanno accelerato l'attacco al salario e ai diritti della classe operaia nel nostro paese.

Dopo avere ottenuto la distruzione delle pensioni di anzianità senza nessuna opposizione e aver creato il cosiddetto caso degli “esodati” termine neutro con cui si definiscono i lavoratori espulsi dal ciclo produttivo a cui è stata sfilata la pensione sotto il naso, il governo ha affondato ulteriormente i colpi riducendo durata e indennità degli ammortizzatori sociali, e cancellando definitivamente gli ultimi diritti sul lavoro, con il raccapricciante balletto sull'articolo 18 che quotidianamente ci si presenta dinanzi.

La risposta ad un simile volume di fuoco è stata debole e frammentata: un attacco radicale di queste dimensioni merita di essere ripagato con una reazione altrettanto radicale, in assenza del quale si annuncia una sconfitta storica!

Il no della CGIL alla prima versione del nuovo articolo 18 ha prodotto il ripensamento all'ultimo istante di CISL e UIL,  che già si apprestavano alla firma, e qualche imbarazzo nel PD.

Bene, ma non basta. La riformulazione dell'articolo 18 e i ritocchi di questi giorni non fanno presagire niente di buono.

La piena riuscita dello sciopero e della manifestazione della FIOM a cui si è aggiunta la manifestazione del 13 aprile sono stati eventi che hanno ridato ossigeno alla classe lavoratrice, ma non possono rimanere momenti isolati, estemporanei o separati.

La forza della classe lavoratrice merita di essere liberata in tutta la sua forza e quindi necessita di essere organizzata complessivamente in momenti di visibilità collettiva.

L’assemblea dei delegati della Filcams CGIL del Trentino unisce il proprio impegno per una nutrita partecipazione a tutti i momenti di mobilitazione che la Confederazione metterà in campo, chiedendo al nostro Segr. Gen. Naz. Compagno Franco Martini di farsi portatore presso la Segretaria Generale Compagna Camusso della proposta di chiamare i lavoratori ad una prolungata stagione di lotta contro le  politiche del governo Monti ed i desideri del padronato italiano, al fine di favorire e sostenere la difesa degli interessi e diritti  di tutti i lavoratori italiani. A tal fine l’assemblea dei delegati della Filcams Cgil del Trentino chiede con rapidità la proclamazione dello Sciopero Generale Nazionale della Cgil con manifestazione a Roma.

l’assemblea dei delegati della Filcams Cgil del Trentino

26 aprile 2012

approvato all'unanimità

logoRF
Trasporti
scuola e universita rs